Ritmi serrati per il secondo raduno della Nazionale Flag maschile

0
261
Decisamente soddisfatto. Così si reputa coach Giorgio Gerbaldi all’indomani dell’intenso weekend dedicato ai lavori di “costruzione” della Nazionale senior maschile di Flag Football. E’ stato il secondo raduno nell’arco di 20 giorni, frutto di una progammazione estesa voluta dal coaching staff azzurro e pienamente condivisa dai vertici federali, in vista di quello che sarà l’appuntamento più importante del biennio: i Campionati del Mondo del prossimo agosto a Copenhagen.
Dopo un primo raduno Open, con un numero piuttosto elevato di partecipanti, coach Gerbaldi ha convocato 22 atleti, tra i quali tanti giovani  promettenti ma ancora senza esperienza a livello internazionale. “L’obiettivo è quello di riuscire a selezionare una decina di volti nuovi, da affiancare al gruppo di atleti di esperienza che già fanno parte del giro azzurro – ha spiegato l’HC della nostra Nazionale, per arrivare ai raduni di luglio con un roster di almeno 20-25 atleti in grado di alzare il livello tecnico di tutta la squadra. La logica che ha guidato questi due primi raduni è stata quella di offrire a quanti più giocatori possibile l’opportunità di approcciarsi anche a metodologie di allenamento diverse rispetto a quelle cui sono abituati, confrontandosi con situazioni, tipo quella della gestione del cronometro negli ultimi due minuti di gioco, che purtroppo difficilmente si riescono a curare nei dettagli a livello di club“.
Intensi e piuttosto  faticosi gli allenamenti condotti dallo staff azzurro, ma entusiasmo alle stelle e un’atmosfera che non si respirava da anni: “In tanti anni che alleno la Nazionale, credo che questo sia stato forse il raduno più bello, per lo spirito e l’impegno messi in campo da tutti i ragazzi, in un clima molto competitivo ma di grande rispetto”.
L’attività della Squadra Nazionale maschile, ora, si fermerà fino al 10 luglio, data del prossimo raduno, ma il flag in versione sia junior che senior (maschile e femminile) è già pronto a ripartire, con le prime competizioni che prenderanno il via ai primi di marzo. Dopo le riunioni programmatiche dello scorso weekend a Bologna, infatti, sono in via di definizione i calendari che verranno comunicati a brevissimo!

 
Ph. credits: Alessandro Faggioli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui