Mondiali Tackle 2023 in Germania

1
476
Buone notizie per il football italiano ed europeo: la Federazione Internazionale (IFAF, international Federation of American Football) ha comunicato oggi i risultati del bando di gara per l’assegnazione dell’organizzazione dei Campionati del Mondo tackle maschili, in programma nel 2023, ai quali la nostra Nazionale parteciperà grazie al titolo europeo vinto lo scorso novembre a Malmö.
Sarà la Germania, per la seconda volta nella storia della rassegna iridata, ad ospitare l’evento che vedrà la partecipazione delle 8 migliori nazioni al mondo: la Germania (quale paese ospitante), gli Stati Uniti (campioni uscenti), l’Australia (in rappresentanza dell’Oceania), Italia e Svezia per l’Europa. I restanti 3 posti verranno assegnati tramite tornei di qualificazione da tenersi in America, Asia e Africa.
Il Presidente di IFAF, Richard MacLean ha accolto con favore la candidatura: “La Germania torna ad ospitare i Campionati del Mondo dopo 20 anni e i 71 paesi membri della nostra Federazione sono certi che saprà dare la giusta vetrina agli atleti che rappresentano l’élite internazionale del nostro sport”.
Robert Huber, Presidente della Federazione tedesca (AFVD), ha così commentato: “Ringrazio il Presidente Richard MacLean, il Comitato Esecutivo di IFAF e il DG Andy Fuller per la fiducia accordataci. Vi promettiamo che sarà un Campionato indimenticabile per il football americano.
Sarà la sesta edizione dei Campionati del Mondo di football americano: la prima, organizzata a Palermo dalla Fidaf nel 1999, vide prevalere il Giappone, che poi bissò il successo quattro anni più tardi, nel 2003, proprio in Germania. Nel 2007 i Mondiali si spostarono in Giappone e qui, per la prima volta, entrarono in gara anche gli Stati Uniti. E’ l’inizio del dominio a stelle e strisce, anche se il primo titolo, vinto contro i giapponesi, arrivò solo dopo il secondo tempo supplementare e con il risultato di 23-20. I due successivi, invece, raccontano una storia diversa: in Austria (2011), USA vs Canada finì 50-7, e in casa, a Canton (Ohio) nel 2015 la Nazionale americana tornò al successo contro il Giappone, ma per 59 a 12.
Per l’Italia, sarà la prima partecipazione ad un Mondiale conquistata sul campo, dopo quella del 1999 in qualità di Paese Ospitante.
Se è vero che battere gli americani resta un’utopia più che un sogno, è vero anche che negli ultimi anni il livello del football europeo e mondiale è cresciuto molto, anche in termini di pubblico e appassionati e siamo certi che nel 2023, in Germania, lo spettacolo sarà entusiasmante.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui